Genitourinary Cancars Symposium
Tumore Vescica
Tumore rene
Tumore prostata

Lo sviluppo di ipertensione è meno frequente dopo chirurgia bilaterale con risparmio di nefroni per tumore di Wilms bilaterale


La possibilità di un intervento chirurgico con risparmio dei nefroni per tumore di Wilms unilaterale è stata dibattuta nella letteratura recente. Questa procedura è sempre più utilizzata per preservare il tessuto renale e la funzione.

Tuttavia, la chirurgia con risparmio dei nefroni è possibile solo in casi selezionati, ed è stato osservato un tasso di recidiva locale più elevato.
Inoltre, una riduzione significativa dei nefroni è associata allo sviluppo di ipertensione renale e insufficienza renale progressiva.
Sono stati analizzati i risultati dopo nefrectomia bilaterale parziale e nefrectomia unilaterale parziale più nefrectomia totale controlaterale in pazienti con tumore di Wilms bilaterale.

Sono stati analizzati i dati provenienti dal database Society of Pediatric Oncology and Hematology su 22 pazienti con tumore di Wilms bilaterale.

La dimensione renale è stata misurata mediante analisi volumetrica di risonanza magnetica.
I pazienti sono stati abbinati con bambini che avevano subito la risonanza magnetica dell'addome per altre neoplasie.

I volumi medi del rene dopo nefrectomia unilaterale parziale più nefrectomia controlaterale totale ( 66.9 cm3 ) erano significativamente maggiori rispetto ai reni di riferimento ( P=0.028 ), mentre i controlli erano uguali al gruppo di nefrectomia parziale bilaterale ( 49.7 cm3, P=0.959 ).

Il volume totale del rene era significativamente maggiore dopo nefrectomia parziale bilaterale ( 102.1 cm3 ) rispetto a nefrectomia unilaterale parziale più nefrectomia controlaterale totale ( 66.9 cm3, P=0.0338 ).

8 pazienti ( 66.7% ) hanno manifestato ipertensione renale dopo nefrectomia unilaterale parziale più nefrectomia controlaterale totale, ma solo 2 ( 20% ) dopo nefrectomia parziale bilaterale ( P=0.043 ).

I tassi di sopravvivenza globale e di ricaduta sono stati uguali tra i gruppi e non sono risultati correlati con istologia sfavorevole.

In conclusione, i risultati suggeriscono che i pazienti con tumore di Wilms bilaterale traggono beneficio dall’intervento di risparmio del nefrone bilaterale.
L'ipertensione è meno comune dopo nefrectomia parziale bilaterale, e i tassi di recidiva locale o di morte associata alla malattia sono distribuiti equamente tra i due gruppi. ( Xagena2015 )

Hubertus J et al, J Urology 2015; 193: 262-267

Uro2015 Cardio2015 Chiru2015



Indietro