Tumore prostata
Tumore Vescica
Tumore Vescica
Tumore prostata

Sequenziamento della terapia di privazione degli androgeni di breve durata con radioterapia per il tumore alla prostata non-metastatico: studio SANDSTORM


Il sequenziamento della terapia di deprivazione androgenica ( ADT ) con la radioterapia ( RT ) può influenzare gli esiti per il cancro alla prostata in modo dipendente dalle dimensioni del campo di radioterapia.

È stato esaminato l'impatto del sequenziamento della terapia di deprivazione androgenica per gli uomini che ricevono terapia di deprivazione androgenica con radioterapia della sola prostata ( PORT ) o radioterapia dell'intero bacino ( WPRT ).

I dati dei singoli pazienti provenienti da 12 studi randomizzati che includevano pazienti che ricevevano terapia di deprivazione androgenica neoadiuvante / concomitante o concomitante / adiuvante a breve termine ( 4-6 mesi ) con radioterapia per malattia localizzata sono stati ottenuti dal consorzio Meta-Analysis of Randomized trials in Cancer of the Prostate.

La probabilità inversa della ponderazione del trattamento ( IPTW ) è stata eseguita con punteggi di propensione derivati ​​da età, antigene prostatico specifico ( PSA ) iniziale, punteggio di Gleason, stadio T, dose radioterapica e anno di arruolamento a metà studio.

La sopravvivenza libera da metastasi ( MFS ) ( endpoint primario ) e la sopravvivenza globale ( OS ) sono state valutate mediante modelli di regressione di Cox aggiustati per IPTW, analizzati in modo indipendente per gli uomini che hanno ricevuto radioterapia PORT rispetto a radioterapia WPRT.

Per valutare le metastasi a distanza ( DM ) e la mortalità specifica per tumore alla prostata sono stati costruiti modelli di rischio concorrenti Fine e Gray aggiustati per IPTW.

Complessivamente, sono stati inclusi 7.409 pazienti ( 6.325 neoadiuvante / concomitante e 1.084 concomitante / adiuvante ) con un follow-up mediano di 10.2 anni.
È stata osservata un'interazione significativa tra il sequenziamento della terapia di deprivazione androgenica e la dimensione del campo di radioterapia per tutti gli endpoint ( P interazione minore di 0.02 per tutti ) eccetto sopravvivenza globale.

Con la radioterapia della sola prostata ( n=4.355 ), rispetto alla terapia di deprivazione androgenica neoadiuvante / concomitante, la terapia di deprivazione androgenica concomitante / adiuvante è risultata associata a miglioramenti della sopravvivenza libera da metastasi ( beneficio a 10 anni 8.0%, hazard ratio HR, 0.65; P minore di 0.0001), metastasi a distanza ( sottodistribuzione HR, 0.52; P=0.0046 ), mortalità specifica per cancro alla prostata ( sottodistribuzione HR, 0.30; P minore di 0.0001 ) e sopravvivenza globale ( HR, 0.69; P=0.0001 ).

Tuttavia, nei pazienti trattati con radioterapia dell'intero bacino ( n=3.049 ), non è stata osservata alcuna differenza significativa in alcun endpoint per quanto riguarda il sequenziamento della terapia di deprivazione androgenica, ad eccezione delle peggiori metastasi a distanza ( HR, 1.57; P=0.0009 ) con terapia di deprivazione androgenica concomitante /adiuvante.

Il sequenziamento della terapia di deprivazione androgenica ha mostrato un impatto significativo sugli esiti clinici con un'interazione significativa con le dimensioni del campo. La terapia di deprivazione androgenica concomitante / adiuvante dovrebbe essere lo standard di cura quando la terapia di deprivazione androgenica a breve termine è indicata in combinazione con la radioterapia della sola prostata. ( Xagena2023 )

Ma TM et al, J Clin Oncol 2023; 41: 881-892

Uro2023 Onco2023 Farma2023



Indietro