Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Controversies in Genitourinary Tumors
Tumore rene
Genitourinary Cancars Symposium

Esiti riferiti dai pazienti dopo monitoraggio, chirurgia, o radioterapia per il tumore alla prostata


Ci sono pochi dati robusti sulle misure di esito riferite dai pazienti sul confronto tra trattamenti per il tumore alla prostata clinicamente localizzato.
Sono stati studiati gli effetti di monitoraggio attivo, prostatectomia radicale e radioterapia radicale con ormoni sui risultati riferiti dai pazienti.

Sono stati confrontati gli esiti riferiti dai pazienti tra i 1.643 uomini nello studio ProtecT ( Prostate Testing for Cancer and Treatment ) che hanno completato i questionari prima della diagnosi, a 6 e a 12 mesi dalla randomizzazione, e successivamente ogni anno.

E’ stata valutata la funzione urinaria, intestinale e sessuale e gli effetti specifici sulla qualità della vita, l'ansia e la depressione, e la salute generale.
La qualità di vita associata al cancro è stata valutata a 5 anni.

Il tasso di completamento del questionario durante il follow-up è stato superiore all’85% per la maggior parte delle misure.

Tra i tre trattamenti, la prostatectomia ha avuto il più grande effetto negativo sulla funzione sessuale e la continenza urinaria, e anche se c'è stato un po' di recupero, questi risultati sono rimasti peggiori nel gruppo prostatectomia rispetto agli altri gruppi in tutto lo studio.

L'effetto negativo della radioterapia sulla funzione sessuale è stato maggiore a 6 mesi, ma la funzione sessuale poi è stata recuperata un po' ed è risultata successivamente stabile; la radioterapia ha avuto scarso effetto sulla continenza urinaria.

La funzione sessuale e urinaria è diminuita gradualmente nel gruppo di monitoraggio attivo.

La funzione intestinale è risultata peggiore nel gruppo radioterapia a 6 mesi che negli altri gruppi, ma poi ha recuperato leggermente, tranne per l'aumento della frequenza di feci sanguinolente; la funzione intestinale è rimasta invariata negli altri gruppi.

La minzione urinaria e la nicturia sono risultate peggiori nel gruppo radioterapia a 6 mesi, ma poi la maggior parte ha recuperato ed è stata simile agli altri gruppi dopo 12 mesi.

Gli effetti sulla qualità di vita hanno rispecchiato le variazioni rilevate nella funzionalità.

Non sono state osservate differenze significative tra i gruppi nelle misure di ansia, depressione, o qualità di vita relativa alla salute generale o correlata al tumore.

In conclusione, in questa analisi dei risultati riferiti dai pazienti dopo il trattamento per il tumore alla prostata localizzato, i modelli di gravità, guarigione, calo delle funzioni urinarie, intestinali e sessuali e la qualità della vita hanno mostrato differenze tra i tre gruppi. ( Xagena2016 )

Donovan JL et al, N Engl J Med 2016; 375: 1425-1437

Onco2016 Chiru2016 Uro2016


Indietro